Lavoro in Svizzera Archivi - LavoroSvizzera

 

 

La Svizzera è uno dei posti migliori in Europa per vivere e lavorare. Il paese vanta infatti uno dei più alti standard di vita al mondo, bassi tassi di criminalità, un incredibile sistema di trasporto pubblico, un grande equilibrio tra lavoro e vita privata, e stipendi medi fra i più alti al mondo.

Se tutto questo ti fa venire voglia di cercare subito lavoro in Svizzera, ma non sai da dove cominciare, allora non preoccuparti. Ti aiutiamo noi a capire quali sono le occupazioni meglio pagate. Abbiamo analizzato i dati di PayScale e del Lohnbuch Schweiz per stilare una lista dei 10 lavori più pagati in Svizzera.

LAVORI PIU’ PAGATI IN SVIZZERA

Scopriamo i 10 lavori più pagati in Svizzera, partendo da quello con lo stipendio medio più basso.

10. Ufficiale militare

Stipendio medio stimato: 83.880 CHF (€82,05)

Nonostante la lunga storia di neutralità della Svizzera nei conflitti militari, le forze armate svizzere partecipano ancora a missioni di pace in tutto il mondo, oltre a mantenere una milizia di protezione civile. Mentre gran parte di questa forza lavoro deriva da volontari e coscritti, circa il 5% è costituito da soldati professionisti, che sono responsabili della gestione, dell’addestramento e del comando tattico degli uomini e delle donne sotto la loro responsabilità.

Naturalmente, gli ufficiali militari, come in ogni esercito, devono dimostrare eccezionali doti di leadership, forti capacità di comunicazione e una propensione a prendere decisioni in fretta.

Per diventare un ufficiale militare nell’esercito svizzero, ci si può arruolare volontariamente durante la coscrizione e, se si soddisfano i criteri e gli standard richiesti, si può essere proposti per la formazione di ufficiale. Come bonus, gli ufficiali di stato maggiore ricevono la loro formazione all’ETH di Zurigo, regolarmente riconosciuta come una delle migliori università del mondo.

9. Ingegnere software

Stipendio medio stimato: 87.693 CHF (€85,78)

Gli ingegneri informatici specializzati nel settore software progettano, costruiscono, implementano e mantengono programmi e applicazioni software che possono essere utilizzati per qualsiasi scopo o esigenza.

Tecnicamente, devono essere fluenti in una varietà di linguaggi di programmazione, come Python, Java e C++, ma devono dimostrare anche diverse soft skill. Per esempio, devono essere in grado di pensare in modo logico e critico ed avere forti capacità di problem solving.

La maggior parte degli ingegneri software ha una laurea in informatica, IT, o in un campo simile e pertinente, ma anche se se sei un programmatore autodidatta dotato e possiedi capacità di lavoro trasferibili, potresti trovare lavoro in questa anche senza una laurea.

8. Ragioniere

Stipendio medio stimato: 89.515 CHF (€87.66)

I ragionieri (o contabili) hanno il compito di tenere i conti delle imprese sotto controllo, oltre ad offrire servizi di strategia, consulenza e assistenza soprattutto nelle grandi aziende.

Naturalmente, devono avere un’inclinazione coi numeri, ma devono anche essere dotati dal punto di vista commerciale, nonché in grado di gestire il loro tempo efficacemente.

La maggior parte dei ragionieri ha una qualifica nel settore della contabilità accreditata o nella finanza o una laurea legata al business, attraverso la quale sostiene la maggior parte degli esami necessari per ottenere la licenza; per diventare un chartered o un CPA, è necessario sostenere ulteriori esami e accumulare una quantità minima di ore di lavoro. È anche possibile entrare nella contabilità attraverso un apprendistato superiore.

7. Pilota

Stipendio medio stimato: 101,340 CHF (€99,13)

I piloti sono divisi in vari settori, anche se i più pagati sono senza dubbio i piloti delle compagnie aeree commerciali, che sono responsabili per far volare in sicurezza gli aerei passeggeri da e verso le loro destinazioni.

Non sorprende che debbano possedere forti capacità di multitasking, così come una propensione a comunicare efficacemente, nonché essere sempre pronti a prendere decisioni nel giro di pochi secondi e sotto pressione.

Per diventare un pilota, è necessario ottenere la licenza di aviazione riconosciuta nel proprio paese e accumulare un certo numero di ore di volo. In alternativa, molti piloti si addestrano nell’esercito e poi applicano le loro abilità al mondo dell’aviazione civile.

6. Sacerdote/Ministro

Stipendio medio stimato: 109.008 CHF (€106,63)

Forse un’inclusione sorprendente in questa lista, ma chiaramente unirsi al sacerdozio in Svizzera paga e pure bene!

Nonostante non ci sia una religione di stato ufficiale, il clero delle due maggiori confessioni del paese, il cattolicesimo romano e la Riforma svizzera,  è mette a disposizione alcune tra le professioni più pagate in svizzera.

I sacerdoti devono possedere un certo livello di umanità, compresa la capacità di empatizzare, di comunicare e d un alto livello di intelligenza emotiva. Essendo una posizione influente nella società, devono anche avere la capacità di giudicare ogni situazione con criterio e buon senso.

La maggior parte dei sacerdoti possiede una laurea in teologia e si unisce alla rispettiva chiesa partendo da un livello inferiore, prima di farsi strada verso posizioni di maggiore anzianità e responsabilità (e quindi meglio pagate).

5. Attuario

Stipendio medio stimato: 112,053 CHF (€109,61)

Gli attuari sono gestori del rischio che utilizzano statistiche e modelli matematici per giudicare le implicazioni finanziarie di una particolare decisione. Sono principalmente impiegati dalle compagnie di assicurazione e nelle banche di investimento.

Una comprensione avanzata della matematica è un requisito di base, ma bisogna anche essere in grado di comunicare i propri risultati e le proprie analisi a persone prive di competenze tecniche. La consapevolezza commerciale è un’altra abilità chiave.

In termini di istruzione, la maggior parte degli attuari deve studia per ottenere una laurea in Scienze Statistiche, Attuariali e Finanziarie, in Scienze Statistiche o anche in Finanza, sebbene anche la matematica sia solitamente accettabile.

4. Veterinario

Stipendio medio stimato: 114.445 CHF (111,95€)

I veterinari hanno il compito di curare le malattie e le condizioni cliniche più acute degli animali, oltre a somministrare le vaccinazioni di base e condurre controlli di routine.

Devono essere in grado di comunicare efficacemente con i proprietari degli animali che trattano, compresa l’emissione di istruzioni chiare e la capacità di mostrare empatia in situazioni delicate. Si tratta di una mansione che richiede una grande passione nel lavorare con gli animali.

Per diventare un veterinario, è necessario ottenere una laurea accreditata in scienze veterinarie, dopodiché è possibile trovare lavoro in una clinica o in un’organizzazione più grande, anche se molti veterinari (soprattutto nelle zone rurali) preferiscono aprire il proprio studio veterinario.

3. Banchiere d’investimento (investment banking analyst)

Stipendio medio stimato: 118.444 CHF (115,86€)

In un paese famoso per le banche quello dei banchieri d’investimento sia uno dei lavori più pagati in Svizzera. La cifra mostrata non include nemmeno i bonus, che spesso possono essere ben più alti dello stipendio base.

Oltre ad avere un gran fiuto per gli affari, capacità analitiche e un forte processo decisionale nel loro arsenale, i banchieri devono essere accorti, consapevoli delle questioni commerciali e molto dedicati al loro lavoro, in particolare se si ha intenzione di lavorare per una delle migliori banche svizzere.

La maggior parte ha una laurea in business, finanza, economia o qualcosa di simile e si assicura ruoli permanenti attraverso stage o programmi per laureati. A seconda del mercato in cui operano, devono anche sostenere ulteriori esami per ottenere la relativa licenza.

2. Medico

Stipendio medio stimato: 131.602 CHF 128,73€)

I medici trattano malattie, condizioni cliniche acute e lesioni e conducono controlli di routine sui pazienti negli ospedali e nelle cliniche private. Gli stipendi dei medici sono aumentati negli ultimi anni, in parte a causa dell’aumento dei costi dell’assicurazione sanitaria in Svizzera.

Ci sono molte abilità e caratteristiche necessarie per diventare un medico; la comunicazione, la professionalità, l’empatia e la capacità di svolgere più compiti sono tutte fondamentali, così come lo sono le forti capacità delle persone e l’attitudine a risolvere i problemi.

In termini di istruzione, tutti i medici devono frequentare la scuola di medicina prima di poter ottenere legalmente una licenza per esercitare la professione; poi devono scegliere una specializzazione e sottoporsi a un’ulteriore formazione in quel campo. Alcune aree della medicina, come la chirurgia, la cardiologia e la medicina d’urgenza, pagano stipendi molto più alti di altre.

1. IT Architect

Stipendio medio stimato: 135.295 CHF (132,34 dollari)

Quella dell’l’IT Architect (o Solution Architect) è sempre una delle professioni più pagate, e la Svizzera, con il suo lucrativo settore finanziario, non fa eccezione. Gli architetti di sistemi (ma si usa sempre il termine inglese) consultano, progettano e supervisionano la costruzione di intere infrastrutture IT per conto di clienti commerciali e altre organizzazioni, spesso lavorando in collaborazione con un responsabile dello sviluppo commerciale non tecnico per capire le esigenze del cliente.

Di conseguenza, una conoscenza tecnica avanzata e la comprensione dei diversi aspetti del settore IT sono requisiti necessari, ma avrete anche bisogno di forti capacità di project management, consapevolezza commerciale nel settore scelto ed essere capaci di lavorare con le altre parti interessate in un progetto.

Una laurea in informatica è il minimo indispensabile per lavorare nell’architettura dei sistemi, anche se in realtà sarà necessario ottenere numerose certificazioni informatiche avanzate, oltre a possedere una qualifica manageriale riconosciuta.

Conclusioni

La Svizzera è un paese fantastico in cui vivere e lavorare, quindi se hai le qualifiche e l’esperienza per perseguire uno dei lavori più pagati in Ticino così come nelle altre aree del paese, dovresti davvero pensare a trasferirti.

Seppur non ci sia uno stipendio minimo ufficiale in Svizzera, i vari cantoni applicano i loro minimi salariali, mentre certe aziende e settori hanno stabilito dei valori specifici e, facendo una media, lo stipendio minimo in Svizzera oscilla intorno ai 3200 euro al mese.

Continua a seguirci su i nostri canali su Facebook e Instagram per restare informato, iscriviti gratis alla nostra Newsletter, per essere aggiornato su tutte le novità. 

Se vuoi leggere le ultime offerte di lavoro e i nostri articoli lo puoi fare qui: Annunci

 

 

Stai pensando di lavorare in Svizzera ma non sai se conviene fare il frontaliero o trasferirti?

In questo articolo trovi tutte le risposte alle domande su come lavorare in Svizzera: pro e contro della vita da frontaliere, quali sono i permessi e i documenti di cui hai bisogno per lavorare, quali sono le professioni più ricercate e nella sezione annunci del nostro sito troverai tantissime posizioni aperte dove poterti candidare

LAVORARE E VIVERE IN SVIZZERA

La Svizzera è un Paese neutro, che non fa parte dell’Unione Europea ma permette la libera circolazione dei cittadini europei. Quindi, per entrare in Svizzera hai bisogno solo della carta di identità valida per l’espatrio, oppure del passaporto. Le regole cambiano se intendi trasferirti lì e si valuta anche il tempo di permanenza, ecco due casi:

  • Meno di tre mesi, devi notificare la tua presenza sul sito del Dipartimento federale di giustizia e Polizia, devi registrarti e inserire i tuoi dati, affinché lo Stato Svizzero possa sapere che sei presente sul territorio;
  • Più di tre mesi, devi chiedere il permesso di soggiorno.

Qual è il costo della vita

Il costo della vita in Svizzera è molto alto. Beni e servizi, nella maggior parte dei casi, sono più cari e il livello dei prezzi è monitorato costantemente dal Sorvegliante dei prezzi. In media in Svizzera i prezzi sono più alti del 60% rispetto a quelli delle altre nazioni europee. Le voci di spesa che pesano maggiormente sono:

  • Casa (sia in termini di mutuo che di affitto). Ci sono famiglie che stipulano un mutuo che non solo dura tutta la vita, ma che prosegue anche sui figli (se lo accettano) alla morte dei genitori. Il fisco svizzero però riconosce degli sgravi fiscali a chi ha un mutuo da pagare;
  • Sanità: ogni lavoratore svizzero deve avere un’assicurazione sanitaria. Infatti la sanità elvetica non è pubblica come in Italia, ma occorre pagarsi un’assicurazione privata che copre tutti i costi (dal medico di famiglia, agli specialisti, ai ricoveri ospedalieri). La spesa può arrivare fino a 500 euro al mese.
  • Alimentari;
  • Ristoranti e alberghi.

Quanto si guadagna

Fortunatamente, il costo della vita è rapportato a quello degli stipendi: in Svizzera il costo della vita è molto alto, ma lo sono anche gli stipendi. 

Ecco alcuni esempi (stimati per un contratto full time di 40 ore settimanali):

  • Un operaio senza specializzazione guadagna 5.898 CHF (franchi svizzeri);
  • Un impiegato semplice guadagna 6.631 CHF;
  • Un dirigente/quadro può guadagnare fino a 12.143 CHF.

Conviene: pro e contro

Lavorare in Svizzera può essere conveniente se sai adattarti e se hai determinate esigenze. Innanzitutto non preoccuparti del costo della vita, perché gli stipendi sono rapportati ad esso.

Quello a cui devi abituarti è la cultura: precisione, servizi impeccabili, serietà, freddo e inverni piuttosto rigidi, assenza del mare, lontananza dalla famiglia (se decide di rimanere in Italia). Ma la Svizzera ha tanto da offrire: una normativa e una cultura del lavoro adatte, un piano pensionistico di tutto rispetto e una sanità tra le migliori in Europa.

Quali lingue si parlano

In Svizzera si parlano quattro lingue:

  • Tedesco (65% degli abitanti);
  • Francese (20% degli abitanti);
  • Italiano (6,5% degli abitanti);
  • Romancio (0,5% degli abitanti).

A questi si aggiungono numerosi dialetti che variano da città a città, spesso molto differenti dalla lingua ufficiale.

LAVORARE IN SVIZZERA E VIVERE IN ITALIA

Una scelta conveniente, se rientra nelle tue possibilità, sarebbe quella di fare il frontaliere, quindi lavorare nella svizzera italiana ma vivere in Italia.

Ogni giorno dovrai attraversare la dogana, ma non avrai alcun tipo di problema perché la Svizzera tutela la libera circolazione. A maggior ragione tu avrai un contratto di lavoro svizzero, per cui non dovrai certo temere di essere bloccato. Il costo della vita in Italia è sicuramente più basso rispetto alla Svizzera e il vantaggio è che tu avrai uno stipendio svizzero, quindi adeguato al costo di vita svizzero.

Un altro vantaggio molto importante è che vivendo in Italia avrai l’assistenza sanitaria italiana, che è pubblica, quindi non dovrai spendere soldi mensili per il pagamento dell’assicurazione privata. Spesa che sosterresti solo se abitassi in Svizzera.

L’unico svantaggio sarà che dovrai ogni giorno recarti in Svizzera, in auto o con i mezzi pubblici, ma se abiterai nei Comuni di frontiera, ci metterai solo una mezzora ad arrivare sul posto di lavoro (un’ora in caso di traffico).

Permesso

Puoi chiedere il permesso di soggiorno all’ufficio cantonale di competenza. Puoi ottenerlo solo se:

  • Hai un contratto di lavoro con un’azienda svizzera, a tempo determinato o indeterminato;
  • Sei un imprenditore o un libero professionista o comunque hai i mezzi economici necessari per il tuo sostentamento.

Quali sono e quali servono

Esistono quattro tipi di permesso di soggiorno:

  • Di breve durata, detto anche permesso L UE/AELS, da richiedere se il tuo contratto di lavoro dura meno di un anno ed è valido solo per la durata del tuo contratto. Dopodiché, quando il tuo contratto scade, devi rinnovarlo se intendi rimanere in Svizzera. Puoi rinnovarlo per un massimo di 7 volte, quindi per restare in Svizzera non più di 24 mesi;
  • Di lunga durata, detto anche permesso B UE/AELS o permesso di dimora, da richiedere se il tuo contratto dura più di un anno. Il permesso di dimora ha una validità di cinque anni.
  • Di durata indeterminata, detto anche permesso C UE/AELS o permesso di domicilio. Puoi richiederlo se hai vissuto ininterrottamente in Svizzera per almeno cinque anni.
  • Permesso per frontalieri, detto anche permesso G UE/AELS. Puoi chiederlo se vivi in Italia ma lavori in svizzera, oppure se vivi in Svizzera per lavoro ma almeno ogni settimana rientri in Italia.

Documenti

Per ottenere un permesso di soggiorno devi contattare l’autorità cantonale di competenza. Puoi trovare l’indirizzo e i recapiti sul sito della Segreteria di Stato della migrazione.

Di solito se ne occupa direttamente il datore di lavoro: tu gli consegni i tuoi documenti e lui invia il tutto alle autorità. Una volta giunto in Svizzera, entro 14 giorni, devi andare al Comune per dichiarare il tuo ingresso e il Comune invia la richiesta all’autorità cantonale, che ti rilascerà il permesso richiesto.

Al Comune devi presentare i seguenti documenti:

  • Passaporto valido;
  • Carta di identità;
  • Foto formato tessera;
  • Contratto di lavoro con azienda svizzera;
  • Contratto di assicurazione sanitaria;
  • Certificato di stato civile.

Per le proroghe puoi rivolgerti sempre al Comune, almeno due settimane prima della scadenza del permesso. I documenti necessari da presentare sono:

  • Carta di soggiorno in scadenza;
  • Passaporto con una data di scadenza superiore di tre mesi rispetto al permesso di soggiorno;
  • La lettera di scadenza ricevuta dell’Ufficio cantonale.

Offerte di lavoro

La ricerca di lavoro in Svizzera funziona come in Italia. Puoi cercare tramite:

  • L’ufficio di collocamento del tuo Cantone;
  • Le agenzie interinali;
  • I siti internet di offerte lavoro.

Noterai subito una differenza tra uffici di collocamento italiani e svizzeri: quando in Italia ti iscrivi ad uno italiano, puoi anche dimenticartene. In Svizzera gli uffici di collocamento assolvono esattamente al loro compito: accolgono la tua richiesta, consultano la propria banca dati e già entro qualche settimana iniziano a inviarti delle offerte, in base alle tue specializzazioni.

Se sei appena diplomato/laureato, ti chiedono se sei disposto a stage o tirocini. Se non hai alcuna specializzazione, ti vengono offerti lavori meno qualificati, ma non per questo poco retribuiti (in Svizzera la paga minima è di circa 3.500 franchi per i lavori con nessuna qualifica).

Inoltre ci sono varie aziende svizzere che offrono contratti comprensivi di vitto e alloggio, non solo nel settore turistico, ma anche medico-scientifico, metallurgico, edile, della ristorazione, come giardiniere e custode di edifici.

Continua a seguirci su i nostri canali su Facebook e Instagram per restare informato, iscriviti gratis alla nostra Newsletter, per essere aggiornato su tutte le novità. 

Se vuoi leggere le ultime offerte di lavoro e i nostri articoli lo puoi fare qui: Annunci

 

 

Quanto puoi guadagnare lavorando in Svizzera? Sappi che non è previsto un salario minimo garantito a livello nazionale.

La Confederazione Elevetica da qualche anno sta lavorando a una riforma generale sul salario minimo ma, ad oggi, solo alcuni Cantoni hanno introdotto i salari minimi. La paga minima legale è prevista, inoltre, solo per determinati settori professionali.

Scopriamo in dettaglio quali sono i Cantoni e i settori in cui il salario minimo è garantito, e come funziona il sistema degli stipendi in Svizzera.

SALARIO MINIMO E IMPORTI

La Svizzera, nel 2019, si è classificata al primo posto come Paese con gli stipendi più alti in Europa per i professionisti, sia con poca che con molta esperienza. Tuttavia in Svizzera non è stata varata una riforma nazionale sui salari minimi. Nel 2014 c’è stato un referendum che ha proposto l’introduzione di una retribuzione minima obbligatoria nazionale di 22 franchi orari, ovvero circa 19 euro, ma è stato bocciato, sebbene la paga proposta fosse di gran lunga superiore a quanto offerto nel resto dell’Europa.

Al giorno d’oggi solo 5 Cantoni su 26 hanno un salario minimo, con un importo che varia da 19 a 23 franchi in base al Cantone. Ecco in dettaglio i Cantoni che hanno adottato un salario minimo per legge:

  • Neuchâtel – salario minimo pari a 20.08 franchi (circa 18,53 euro);

  • Basilea Città – salario minimo pari a 21 franchi (circa 19,38 euro);

  • Giura – salario minimo pari a 20 franchi (circa 18,46 euro);

  • Ginevra – salario minimo pari a 23 franchi (circa 21,22 euro);

  • Canton Ticino – salario minimo pari a 19 franchi (circa 17,53 euro).

E’ importante precisare che in questi Cantoni il salario minimo non vale per tutte le categorie di lavoratori, ma solo per una parte di essi.

COME FUNZIONA IL SALARIO MINIMO IN SVIZZERA

Nonostante la mancata introduzione di un salario minimo standardizzato a livello generale in Svizzera, i salari sono negoziati individualmente, in base all’accordo tra lavoratore e datore di lavoro o in modo collettivo. I negoziati collettivi vengono svolti dalle parti sociali (sindacati e associazioni padronali) per un intero settore o per aziende specifiche. Le condizioni di lavoro e i salari vengono stabiliti di comune accordo nel contratto collettivo di lavoro (CCL). Ci sono però delle differenze tra i vari settori, in particolare tra quelli con e quelli senza contratti collettivi di lavoro (CCL) o con contratti normali di lavoro con salari minimi vincolanti.

Ecco come funzionano i salari minimi in ciascun settore:

1) SALARI MINIMI NEI CONTRATTI COLLETTIVI DI LAVORO

Nei settori con contratto collettivo di lavoro (CCL), le imprese nazionali ed estere sono chiamate a rispettare i salari minimi vincolanti previsti dal relativo CCL. Le prescrizioni salariali applicabili ai lavoratori variano a seconda della loro attività ed esperienza professionale.

Il CCL è lo strumento più garantista. Si tratta di un contratto in cui la parte contraente può essere costituita da uno o più datori di lavoro o da una o più associazioni di datori di lavoro. Invece, i lavoratori sono sempre rappresentati da una o più associazioni di lavoratori (sindacati). 

Molte professioni sono disciplinate da un CCL di obbligatorietà generale dedicato, in cui è stabilito anche il salario minimo.

2) CONTRATTI NORMALI DI LAVORO CON SALARI MINIMI VINCOLANTI

Nei rami in cui non esiste un contratto collettivo di lavoro (CCL), in caso di offerte ripetute e abusive di salari inferiori a quelli usuali per il luogo, la professione o il ramo, possono essere emanati contratti normali di lavoro (CNL). Tali contratti stabiliscono salari minimi vincolanti validi per l’intero ramo e modificabili solamente a vantaggio del lavoratore.

3) SALARI MINIMI TEMPORANEI

Nei settori o nelle professioni in cui non sono previsti salari minimi vincolanti stabiliti da contratti collettivi di lavoro o contratti normali di lavoro, devono sempre essere rispettati i salari usuali per il luogo, il ramo o la professione. Se vengono ripetutamente e abusivamente offerti salari inferiori a quelli usuali, gli organismi preposti nel Cantone di riferimento possono proporre che vengano fissati temporaneamente salari minimi. La determinazione dei salari usuali è di esclusiva competenza delle commissioni tripartite cantonali.

IL CALCOLATORE NAZIONALE DEL SALARIO MINIMO

Il Governo Federale ha messo a disposizione dei lavoratori anche un calcolatore nazionale dei salari, che aiuta a calcolare il salario usualmente versato in Svizzera per una determinata attività, considerando anche il profilo individuale (età, anzianità di servizio, formazione, posizione nell’azienda e professione). Nel caso il proprio salario risultasse basso o inadeguato rispetto a quello usuale, è possibile fare una segnalazione alle autorità preposte.

 

SALARIO MINIMO IN SVIZZERA PER FRONTALIERI

Le nuove disposizioni sul salario minimo in alcuni Cantoni della Svizzera sono considerate da molti elvetici, oltre che un diritto e una tutela dei lavoratori, anche un possibile regalo ai frontalieri italiani o francesi. Parliamo dei lavoratori che vivono in Italia o in Francia (con un costo della vita nettamente inferiore a quello svizzero) ma lavorano nei Cantoni confinanti. Per loro ora la paga è di circa 3500 – 3600 euro al mese: una buona notizia per i lavoratori di confine che nei loro settori d’impiego, fino all’arrivo delle nuove leggi, percepivano remunerazioni ben inferiori. Secondo alcune associazioni di datori di lavoro dei Cantoni svizzeri di confine, l’introduzione del salario minimo potrebbe attrarre nuova manodopera straniera.

Per altri invece, la fissazione di un salario minimo ridurrà la concorrenzialità dei frontalieri, soprattutto di quelli meno formati, e come conseguenza, i datori di lavoro saranno incentivati ad assumere dipendenti del posto. Il dibattito politico è tuttora in corso per gli altri 21 Cantoni che ancora non hanno ancora adottato il salario minimo.

SALARIO MINIMO IN SVIZZERA PER DISTACCATI

Secondo le ultime sentenze del Consiglio di Stato svizzero, i lavoratori distaccati in Svizzera non devono sottostare al salario minimo stabilito dai Cantoni dove sono distaccati. Si ricorda che i lavoratori distaccati sono quelli inviati in Svizzera (in generale in uno Stato diverso da quello in cui ha sede l’azienda datrice di lavoro) per un incarico temporaneo. Al vaglio dei giudici c’era la possibilità di imporre ai datori di lavoro esteri che inviano i propri dipendenti in Svizzera anche il rispetto delle condizioni salariali minime prescritte a livello cantonale, ma il Consiglio di Stato ha respinto, per ora, questa opportunità.

LAVORO IN SVIZZERA: LA NORMATIVA GENERALE

In Svizzera a disciplinare le professioni è la Legge sul lavoro (LL), che costituisce la base della protezione dei lavoratori. Il suo contenuto si distingue in due parti principali:

  1. la durata del lavoro e del riposo;
  2. protezione della salute.

A completare la legge, vi sono poi diverse ordinanze che disciplinano:

  • disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori;
  • gli obblighi e i diritti nell’ambito della protezione della salute;
  • le prescrizioni applicabili alle aziende industriali e che regola la procedura d’approvazione dei piani e del permesso d’esercizio;
  • la protezione della salute e della sicurezza dei lavoratori di età inferiore a 18 anni;
  • protezione della maternità;
  • lavori pericolosi.

PARITÁ SALARIALE TRA UOMO E DONNA

È importante anche sottolineare che la Svizzera sposa il principio della parità tra uomo e donna in ambito salariale. Secondo tale norma, un lavoro uguale o equivalente deve essere retribuito allo stesso modo a entrambi i sessi. In caso di discriminazione salariale è possibile contattare subito l’Ufficio federale per l’uguaglianza fra donna e uomo che prenderà i dovuti provvedimenti.

Oltre ai principi e alla disciplina di carattere nazionale sul tema lavoro vi sono delle norme che si differenziano di Cantone in Cantone, basate sui contratti collettivi di lavoro (CCL) e su i contratti normali (CNL), oltre che sui contratti individuali del lavoro che sono frutto di accordo diretto tra lavoratori e datori di lavoro.

Continua a seguirci su i nostri canali su Facebook e Instagram per restare informato, iscriviti gratis alla nostra Newsletter, per essere aggiornato su tutte le novità. 

Se vuoi leggere le ultime offerte di lavoro e i nostri articoli lo puoi fare qui: Annunci

 

 

Qualità della vita e opportunità lavorative interessanti: secondo un report del gruppo bancario HSBC, il primo Paese che presenta entrambe le condizioni è la Confederazione Elvetica. Lavorare e vivere in Svizzera è quindi un’opportunità anche di benessere.

Perché lavorare e vivere in Svizzera è la scelta migliore?

Da un’analisi dei dati emersi, su un campione di oltre 18.000 persone, emigrate in 163 luoghi differenti, la Svizzera si colloca al primo posto per qualità della vita e competitività dei salari.
Sono infatti moltissime le persone che negli ultimi anni si sono trasferite in Svizzera per migliorare la loro condizione sia economica che personale. Sempre dai dati emersi infatti, lo stipendio medio svizzero annuale è di 111.587 dollari, nettamente superiore rispetto alla media mondiale di 75.966 dollari.

Quali sono i vantaggi di vivere in Svizzera?

In tutti i Cantoni della Svizzera, il livello di disoccupazione è molto basso e i salari sono ottimi. Trasferirsi e vivere in Svizzera vuol dire avere la possibilità di vivere in un paese ricco e con moltissime opportunità.

L’economia svizzera, per la scarsità di risorse naturali offre quindi molti servizi soprattutto di natura finanziaria.

Tra i vantaggi possiamo anche citare:
 L’alta qualità della vita;
• La multi culturalità, visto che il Paese è abituato ad ospitare lavoratori stranieri;
• Efficienza dei servizi postali, dei trasporti pubblici, dell’amministrazione e della gestione dei beni;
• Senso civico e meritocrazia;
• Basso tasso di criminalità in tutti i Cantoni;
• Posizione geografica strategica, vista la vicinanza con Italia, Austria, Germania e Francia.

Lavorare in Svizzera

La Svizzera offre moltissime opportunità di lavoro e ha un tasso di disoccupazione veramente molto basso. Gli stipendi sono elevati, arrivando anche a essere circa 3-4 volte superiori a quelli dei vicini paesi europei. Lo stipendio medio svizzero è di circa 5.500 € lordi al mese, ovvero uno dei più alti a livello mondiale.

Il periodo di ferie annuale è di almeno quattro settimane all’anno ma, molte aziende concedono dei periodi di ferie che arrivano anche fino a 6 settimane.
Per legge, non si può eccedere dalle 45 ore di lavoro settimanali, se non per alcune tipologie di lavoro manuale per cui si arriva fino a 50 (in straordinario).
Un problema che si può riscontrare è il divario retributivo tra i due sessi. Nel paese, infatti, le donne guadagnano circa il 15% in meno rispetto ai colleghi maschi.

Nonostante non ci siano tutele di garanzia circa il lavoro a tempo indeterminato, resta comunque difficile licenziare facilmente i dipendenti, i quali vengono formati dalle stesse aziende che hanno interesse a tenerli il più a lungo possibile. Esistono inoltre generosi sussidi di disoccupazione.

In Svizzera le tasse per dipendenti e autonomi variano da cantone a cantone ma ingenerale sono di circa il 30% del reddito lordo.

Non ci sono problemi di debito pubblico, anzi, è un paese in cui si parla di credito pubblico, perché è i bilanci si chiudono sempre in attivo.
Quindi, se avete deciso di trasferirvi in Svizzera, potete iniziare a cercare il vostro lavoro con noi, cliccando sui nostri annunci settimanali.

Se sei interessato alla nostra newsletter bisettimanale ti puoi registrare qui: Newsletter

Se vuoi leggere le ultime offerte di lavoro e i nostri articoli lo puoi fare qui: Annunci

 

 

Stai cercando lavoro in Svizzera? Se questo è il tuo sogno sappi che ci sono diverse grandi aziende e multinazionali che cercano personale che stanno personale da assumere per lavorare in Svizzera. 

In questo articolo ti condividiamo tutte le informazioni utili per lavorare presso le maggiori aziende svizzere.

In Svizzera sono tantissime le aziende che assumono personale oltralpe, molte delle quali sono anche grosse società e gruppi internazionali.

Nella classifica annuale delle aziende più grandi al mondo stilata dal Forbes, lo scorso anno sono ben 42 le compagnie svizzere che sono entrate in elenco.

Tra le maggiori aziende, infatti, ci sono: Nestlé, Roche, Novartis e Zurich Insurance Group. E, ancora, UBS, Chubb, Credit Suisse, ABB, Lafarge Holcim, Swiss Life Holding, Glencore International, Swiss Re, Swisscom, Kuehne & Nagel International, Richemont, STMicroelectronics, Schindler Holding, Sika, Julius Baer Group, TE Connectivity, Lonza Group, Givaudan e molte altre ancora.

Di seguito ti condividiamo un elenco delle principali imprese svizzere presso cui lavorare, con i link diretti per l’invio delle candidature:

 

AZIENDE CHIMICHE E FARMACEUTICHE SVIZZERE

– Novartis;
– Roche Holding;
– Lonza Group;
– Syngenta AG;
– Givaudan SA;
– Janssen Pulmonary Hypertension (ex Actelion Ltd);
– EMS – Chemie Holding AG;
– Sonova Holding AG.


BANCHE SVIZZERE

– UBS – Union de Banques Suisses;
– Swiss Re;
– Credit Suisse Group AG;
– Julius Baer Group AG;
– BVC – Banque Cantonale Vaudoise;
– Basler Kantonalbank;
– EFG International;
– Luzerner Kantonalbank AG;
– St. Galler Kantonalbank AG;
– Berner Kantonalbank AG.


AZIENDE ALIMENTARI SVIZZERE

– Nestlè AG;
– Lindt & Sprungli AG;
– Barry Callebaut;
– Coca-Cola HBC;
– Ricola SA.


AZIENDE DI ASSICURAZIONI E SERVIZI SVIZZERE

– Zurich Insurance Group;
– Chubb Ltd;
– Swiss Life Holding AG;
– Baloise Holding AG;
– Helvetia Holding AG;
– SGS SA;
– Partners Group Holding AG.


ALTRE AZIENDE SVIZZERE

– ABB Ltd;
– Compagnie Financière Richemont SA;
– Glencore International AG;
– Swisscom AG;
– TE Connectivity Ltd;
– LafargeHolcim Ltd;
– Ferguson Plc;
– Swatch Group AG;
– Schindler Holding AG;
– Tyco International Plc;
– Transocean Ltd;
– Kuehne & Nagel International AG;
– Sika AG;
– Weatherford International Plc;
– Geberit AG;
– Dufry AG;
– Galenica AG;
– Swiss International Air Lines;
– Lufthansa Group.

 

A differenza di quanto accade in Italia, le società svizzere rispondono a tutte le persone che inviano il proprio cv, anche in caso di una risposta negativa.

Quando non è presente una email a cui spedire il CV ma c’è un form da compilare con i propri dati, questi ultimi vengono conservati nel database aziendale e utilizzati per le future selezioni di personale.

Se sei interessato alla nostra newsletter bisettimanale ti puoi registrare qui: Newsletter

Se vuoi leggere le ultime offerte di lavoro e i nostri articoli lo puoi fare qui: Annunci

Ecco alcune delle migliori offerte di lavoro in Ticino:



 

Se sei interessato alla nostra newsletter bisettimanale ti puoi registrare qui: Newsletter

Se vuoi leggere le ultime offerte di lavoro e i nostri articoli lo puoi fare qui: Annunci

Ormai mancano pochi giorni a Natale e noi di Lavoro in Svizzera abbiamo deciso di farvi un regalo: abbiamo lavorato in questi mesi per potervi mettere a disposizione una nuova versione del nostro sito web. I colori sono sempre gli stessi, rosso e bianco quelli della nostra bandiera, ma il layout è totalmente diverso. 

 

Una Home strutturata per macro aree:

  • Cerco lavoro in Svizzera
  • Offerte di lavoro
  • Lavorare in Svizzera
  • Informazioni utili

 

Queste aree le ritroviamo anche nella parte alta del sito, a costituire il menù, che vi permetterà di accedere all’interno delle singole pagine dove avrete modo di approfondire ogni singola info. 



In basso troviamo una sezione dedicata agli ultimi annunci del mese, le news più visualizzate dagli utenti, ricercate con cadenza settimanale da tutti i maggiori portali di lavoro del Ticino. Anche la sezione dedicata alla newsletter è stata rivista per essere più visibile e immediata, pronta per ricevere i vostri dati che vi permetteranno di rimanere sempre aggiornati sulle nostre ultime offerte. 

Un lavoro studiato appositamente per voi, il nostro regalo di Natale per tutti i nostri followers che ci seguono ogni giorno. Buone feste!

 

Se sei interessato alla nostra newsletter bisettimanale ti puoi registrare qui: Newsletter

Se vuoi leggere le ultime offerte di lavoro e i nostri articoli lo puoi fare qui: Annunci

Secondo lo studio dell’Index of Women Entrepreneurs compilato da Mastercard, la Svizzera occupa il settimo posto tra i 58 Paesi presi in considerazione, offrendo buone condizioni per le donne che operano nel mondo degli affari. In cima alla classifica si trovano USA, Nuova Zelanda, Canada e Israele. Rispetto all’anno scorso, la Germania scende di sei posti al 29. rango.

Gli autori dello studio affermano che l’imprenditoria femminile eccelle soprattutto nelle economie ad alto reddito e sviluppate. In questi Paesi, si riscontra un pregiudizio basso nei confronti delle donne, un elevato accesso all’istruzione e ai servizi finanziari e il contesto imprenditoriale è molto favorevole. Le condizioni peggiori per le donne si riscontrano in Egitto, Bangladesh, Algeria, Arabia Saudita e Iran.

In Svizzera, nonostante ci siano delle condizioni quadro particolarmente vantaggiose, solo un terzo dei dipendenti aziendali con funzioni dirigenziali sono donne. Le donne però presentano delle difficoltà a intraprendere un lavoro autonomo. Solo il 4,7% delle svizzere prevede di avviare un’attività in proprio nei prossimi tre anni. Tenendo conto anche della presenza maschile, la cifra sale al 10,5%.

In paesi comparati alla Svizzera, il dato medio emerso dallo studio è del 15,2%, si percepisce una certa riluttanza ad avviare un lavoro in proprio, colpa o merito anche degli alti salari percepiti dai lavoratori dipendenti.

Il «Mastercard Index of Women Entrepreneurs», basato su dati pubblici provenienti da organizzazioni internazionali, registra i progressi e le performance delle donne imprenditrici in 58 paesi del mondo. 

Se sei interessato alla nostra newsletter bisettimanale ti puoi registrare qui: Newsletter

Se vuoi leggere le ultime offerte di lavoro e i nostri articoli lo puoi fare qui: Annunci


Se non hai letto la prima parte di questo articolo, lo puoi fare qui: Clicca qui

Svizzera: come trovare un lavoro estivo o stagionale

Le agenzie di lavoro in Svizzera sono tantissime e la stessa cosa vale per i portali web che sono specializzati nella ricerca di lavoro stagionale, ecco alcuni esempi:

Si possono trovare tantissime informazioni ed offerte di lavoro anche sul portale europeo della mobilità professionale, http://ec.europa.eu/, dove nella sezione dedicata alla Svizzera, è possibile cercare lavoro a tempo determinato.

Quali sono le professioni più richieste?

La ricerca di un lavoro in Svizzera, senza esperienza o con, può essere effettuata tranquillamente online, grazie al web ed ai numerosi siti online dove è possibile trovare e consultare svariate offerte di lavoro.

Diverse sono le professioni più richieste in Svizzera; dal medico all’orafo, dall’apprendista venditore al call center agent. Si cercano anche ingegneri, capi vendita, saldatori, architetti e responsabili bilancio.

Tra i lavori richiesti in Svizzera, specialmente nella Svizzera italiana, il Canton Ticino (Lugano, Ticino, Chiasso, Locarno o Stabio), si ricercano:

  • programmatori informatici;
  • ingegneri;
  • analisti finanziari;
  • marketing specialist;
  • assistenti amministrativi;
  • manager;
  • ceramisti e lattonieri.

Cercare lavoro in Svizzera nel settore medico-sanitario

Un settore in continua crescita e che ricerca nuovi lavoratori, è quello medico-sanitario, con stipendi veramente interessanti.

Le offerte di lavoro per medici, odontoiatri, psicologi o infermieri, specialmente nella Svizzera italiana, sono moltissime e, molto spesso, rimangono scoperte per mancanza di candidati.

In merito al riconoscimento dei propri titoli di studio e delle qualifiche professionali, in Svizzera generalmente avviene il riconoscimento automatico per le seguenti professioni: medico, dentista, veterinario, farmacista, personale infermieristico generico, ostetrica ed anche architetto.

I riconoscimenti automatici interessano solo la formazione di base; nel caso in cui il lavoro necessiti di un diploma o di una qualifica specifica, le autorità elvetiche verificheranno l’equivalenza dei titoli in possesso.

Per maggiori informazioni ci si può rivolgere all’Ufficio nazionale di Contatto presso il Dipartimento federale per l’Educazione professionale e la Tecnologia, che vi indirizzerà presso l’autorità incaricata al riconoscimento dell’equipollenza del diploma. E’ importantissimo inoltrare la propria domanda tradotta in una delle lingue nazionali svizzere.

Quanto costa la vita in Svizzera?

Vivere in Svizzera può risultare un problema se non si lavoro perché il costo della vita è molto alto. In Europa è preceduta solo da Norvegia, Danimarca e Finlandia.

A titolo indicativo, il prezzo medio nazionale di un affitto di un trilocale si aggira dai 1.600 euro fino ai 3500 euro, a seconda della zona ovviamente; mentre quello di un bilocale oscilla dai 900 ai 1200 euro mensili. Una soluzione vantaggiosa è quella di lavorare in Svizzera ma risiedere in Italia, meglio se vicino ai confini in città come Varese, Como, Sondrio, Verbania Cusio Ossola, rientrando nella categoria dei frontalieri. 

Quali sono gli ostacoli nel lavorare in Svizzera? 

Uno degli ostacoli maggiori che bisogna affrontare per trovare un lavoro in Svizzera, è quello della politica locale, che dà la precedenza ai lavoratori del posto. Per avere maggiori possibilità in ambito lavorativo, spesso è necessario possedere un livello professionale elevato e un buon livello di conoscenza della lingua.

Anche se le offerte di lavoro in Svizzera non mancano, sarà certamente più semplice trovare un impiego se si possiede una laurea professionalizzante.

Anche se il costo della vita è così elevato, lavorare in Svizzera conviene perché gli stipendi sono rapportati ad esso. Ciò a cui bisognerà abituarsi è la cultura, fatta spesso di una intransigente precisione, freddo e inverni piuttosto rigidi.

Se non sei ancora convinto e cerchi una motivazione in più per andare a vivere in Svizzera, sappi che si trova al 5º posto nella classifica dei Paesi con la migliore qualità di vita del mondo.

Pronto a fare le valigie?


Se sei interessato alla nostra newsletter bisettimanale ti puoi registrare qui: Newsletter

Se vuoi leggere le ultime offerte di lavoro e i nostri articoli lo puoi fare qui: Annunci

Vivere in Svizzera e cercare lavoro, risulta essere una delle scelte più quotate per tutti gli italiani che hanno intenzione di cambiare la propria vita in meglio, senza allontanarsi troppo dall’Italia. Questa scelta deriva da una tassazione agevolata, dal rispetto generale delle regole, dalla possibilità di vivere in un ambiente stimolante ed internazionale. 

La Svizzera è ancora oggi uno dei Paesi con la maggiore emigrazione italiana nel Mondo, ma come mai? Uno degli aspetti da non sottovalutare, è quello legato alla ricerca del lavoro in Svizzera, paese dove la percentuale di disoccupazione è la più bassa in rapporto agli altri Stati europei.

A tutto questo si somma una qualità della vita piuttosto elevata e una stima degli stipendi medi di circa 4500 euro o persino superiori. Tutto questo rende la scelta di lavorare in Svizzera molto interessante e conveniente, ancora di più se si sceglie di lavorare in Svizzera e vivere in Italia!

Cosa serve per lavorare in Svizzera

Lavorare in Svizzera, dal punto di vista burocratico, non è particolarmente complicato. Un altro aspetto positivo è quello di godere di una quasi totale assenza di procedure burocratiche per ottenere permessi di lavoro, grazie agli accordi bilaterali tra la Svizzera e la Comunità Europea.

Il visto di lavoro non è necessario e, tra i documenti per lavorare in Svizzera, per i cittadini europei, viene richiesto solo il proprio documento di identità e un altro tipo di permesso, che varia a seconda di quanto tempo si intende lavorare in Svizzera e come.

Tipologie di permessi per lavorare in Svizzera come stranieri:

  • Permesso L: viene previsto per tutti i cittadini stranieri che intendono vivere in Svizzera meno di un anno e con uno scopo preciso, ad esempio il lavoro. Un cittadino europeo e quindi anche italiano, può accede a questo permesso se dimostra di avere un rapporto di lavoro che va dai 3 ai 12 mesi;
  • Permesso B: tale tipo di documento, a differenza del permesso L, viene rilasciato a coloro che necessitano un permesso di lavoro superiore ai 365 giorni, ossia un anno, o a tempo indeterminato. La durata totale è di 5 anni, con proroghe di cinque anni in cinque anni;
  • Permesso C: è un permesso di domicilio concesso agli stranieri dopo una permanenza di cinque o dieci anni in Svizzera. Una volta ottenuto, questo tipo di permesso è illimitato senza condizioni.
  • Infine, il Permesso G: è quello specifico per i frontalieri, ovvero, nel caso degli italiani, coloro che vivono in Italia e lavorano nella Svizzera italiana. Per godere di tale concessione, i frontalieri devono rientrare almeno una volta a settimana presso il domicilio estero (ossia in Italia).

Per ottenere maggiori informazioni, ci si può rivolgere al Consolato o all’Ambasciata d’Italia in Svizzera, o all’Ufficio Federale della migrazione: www.sem.admin.ch.

E’ importante ricordare che non si può lavorare in Svizzera con la carta di soggiorno italiana, ossia con un permesso di soggiorno UE concesso agli stranieri in area Schengen, è necessario un visto di lavoro; Chi lavora in Svizzera deve fare la dichiarazione dei redditi, in particolare i frontalieri (che lavorano la maggior parte del tempo in Svizzera ma risiedono in Italia), sono soggetti ad una tassazione specifica.

Dove cercare lavoro in Svizzera

Città e lingue da conoscere e sapere per andare a vivere e lavorare in Svizzera

Per andare a lavorare in Svizzera è consigliabile pianificare il proprio trasferimento cercando maggiori informazioni sulle zone in cui si intenderà trasferirsi a vivere. Tenete bene a mente che la Svizzera è divisa in diversi cantoni e, per ognuno di essi, cambia considerevolmente la richiesta occupazionale.

Questo significa che le offerte di lavoro in Svizzera, per italiani e non solo, non saranno uguali ovunque e molto dipenderà anche dai settori e dal vostro livello di conoscenza delle lingue straniere.

È utile sapere che in Svizzera le lingue parlate sono 4: italiano, tedesco, francese e reto-romanico. Prima di mettersi a cercare attivamente lavoro in Svizzera, è opportuno prepararsi bene e con un buon curriculum e lettera di presentazione (se necessaria). Scrivere un curriculum vitae di successo in inglese diventerà quindi fondamentale per trovare un lavoro in Svizzera in poco tempo.

Viste le lingue parlate è consigliabile tradurre il curriculum vitae in base alla zona dove cercate lavoro. La lingua tedesca e quella francese sono, infatti, quelle più richieste dalle aziende e dalle imprese locali. Se il tedesco o il francese non sono il vostro forte, forse potrebbe essere una buona idea cominciare a cercare tra le offerte di lavoro della Svizzera italiana oppure, in alternativa, provare con le tante aziende italiane in Svizzera e che propongono offerte di lavoro.

La scelta di diventare frontalieri e lavorare all’estero per aziende italiane è una delle preferite dagli abitanti italiani, per continuare a vivere in Italia ma con uno stipendio svizzero. 

Come cercare lavoro in Svizzera

Ecco di seguito, un elenco di agenzie e portali online a cui poter fare riferimento se volete iniziare a cercare lavoro in Svizzera dall’Italia:

Ecco una lista utile di agenzie per il lavoro e di agenzie interinali in Svizzera:

Inoltre, anche su www.arbeit.swiss, il portale ufficiale della ricerca del lavoro svizzero, è possibile trovare una panoramica di ciò che la Svizzera può offrire agli italiani.

Un altro metodo utile per cercare lavoro è quello di controllare tra gli annunci di lavoro emessi o sponsorizzati da uffici per l’impiego (RAV) presenti sul territorio, l’importante è però presentare un CV in formato europeo e multilingua.

Infine, un’altra valida alternativa è poi anche quella di proporsi direttamente alle imprese locali inviando una auto-candidatura. A tal proposito, potete trovare un elenco completo delle imprese svizzere sul sito delle Camere di Commercio svizzere, al link: www.swissfirms.ch.


Se sei interessato alla nostra newsletter bisettimanale ti puoi registrare qui: Newsletter

Se vuoi leggere le ultime offerte di lavoro e i nostri articoli lo puoi fare qui: Annunci